Friday, October 17, 2008

Perché vivere in California – il traffico…

…che non c’é.

Una delle cose che ci ha colpito di più venendo da Roma è il modo rilassato in cui si va in macchina. Ci sono poco regole nuove alle quali abituarsi (per esempio incroci con quattro stop) ma per il resto è una vera passeggiata. Siamo anche aiutati dal navi, ma non ci spaventa andare in giro in macchina. E’ facile orientarsi visto che le strade sono costruite a scacchiera, qui in zona basta orientarsi rispetto a El Camino (una delle strade più vecchie della California che attraversa tutto lo stato). In tante città poi hanno per esempio le strade da nord a sud numerate e quelle da est a ovest con le lettere – penso che l’abbiano fatto per facilitare i turisti!

La gente guida in modo educato e rispettando le regole (a volte anche troppo, ma sono tollerante). Se vedono che voglio attraversare una strada a piedi con i bimbi (o devo dire pargoletti? ;-)) rallentano e si fermano a 20 metri per farmi capire che ci fanno passare. Non mi suonano quando sbaglio qualcosa, mostrano tanto pazienza. Si vedono molto raramente macchine che fanno zig zag tra le corsie per guadagnare 30 secondi. Bisogna anche dire che ci sono tanti controlli. Nelle autostrade vediamo spesso macchine fermate dalla polizia. Tantissime macchine commerciali hanno dietro un adesivo chiedendo “How am I driving?” con un numero di telefono verde da chiamare.

Le strade sono larghe, in città con almeno due corsie per direzione, fuori città fino a cinque corsie. Non capita mai di stare sulla corsia a sinistra e poi c’è uno davanti che deve girare a sinistra che blocca tutto il traffico, perché per girare a sinistra ci sono sempre una o due corsie. Ai semafori non si crea mai troppa fila, si passa sempre senza aspettare vari rossi. Se vedono che in una zona si crea troppo traffico, ci costruiscono una strada o un ponte nuovo.

Fanno anche tanta manutenzione e per farsi aiutare hanno inventato l”Adopt a Highway”: ti prendi cura di 2 miglia di autostrada (pulendolo da solo o pagando qualcuno che lo fa per te) e loro mettono il tuo nome su un cartello.

PS: ich schreibe heute mal auf italiensch, weil die Unterschiede beim Autofahren mit Deutschland nicht so gravierend sind.

9 comments:

gianlu said...

La Krucca is back!
Viva la Krucca!

Eba said...

Ti capisco Gianlu, conosco la realtà, anche a Napoli é così.
Se attraversi la strada con i bambini si fermano almeno 100 mt prima ... (prima di accelerare e metterti sotto!)
I semafori poi ... un rispetto per la segnaletica unico al mondo (Rosso: se non c'è polizia stadrale passa; giallo: fa presto sta per scattare il rosso; verde vai almeno a 90 km orari prima che scatti il giallo e comporti un impegno mentale).
Non suonano quando sbagli qualcosa ... (No, non suonano, scendono dalla macchina e te pistano direttamente).
Non si vedono macchine fare zig zag (nooo, a Napoli c'è una nuova moda, sorpasso congiunto, 2 auto sopravanzano la centrale contemporaneamente a destra e a sinistra)...
Anche a napoli ci sono macchine con adesivi, siiii tipo ''|'
Le strade poi mmm che dire della bellissima e moderna Salerno Reggio Calabria.
Per finire, anche a napoli si adottano le strade ... si, come discariche personali. Che scandalo!

Crazy time said...

eccolo il post atteso!
una standing ovation per la Krucca.

da italiana io mi sono chiesta piu' volte "il numero verde sara' vero?" :)

qui a Los Angeles e' piu' o meno lo stesso, c'e' chi fa di qua' e di la' tra le corsie, ma di solito tutti rispettano le regole (io per questo li perdono ;))

la posso dire una cosa? La parola NAVI....a parte che li'per li' ho capito proprio navi, plurale di nave, e va bene sono rincoglionita fino a questo punto, lo ammetto!! A parte questo, volevo dire, NAVI fa cosi' tanto milanese snob. ;)

sono particolarmente d'accordo con la frase in tedesco ;)


Krucca, devi scrivere di piu'.

krucca said...

eba, a Roma sai sempre quando parti ma non sai mai quando arrivi. Ho un semaforo sotto casa dove, quando mi va bene, passo almeno 15 minuti. Queste cose mi stressano nella vita quotidiana. Uno corre sempre tra lavoro, spesa, supermercati e ha sempre la incognita del traffico. Anche se alla fine non c'è file, mi stressa il pensiero che ci potesse essere. In più qua ci sono SEMPRE abbastanza parcheggi per tutti e poi mi piace un sacco la corsi car pool: negli orari di punta puoi usare questa corsia solo se stai con minimo 2 persone in macchina - molto efficace!

Crazy, questo blog è troppo professionale per scriverci tutti i giorni ;-). La parola navi è più simpatica di sistema di navigazione. Qua dicono solo gps, almento all'avis. Una cosa divertente quando vado in macchina sono gli adesivi degli altri sulle macchina, ce ne sono alcune molto divertenti (oltre a quello che hai visto te con "Read the bible").

Eba said...

Krucca hai ragione la vita in Italia stressa, credimi, a volte vorrei mollare tutto e rifugiarmi altrove. Il traffico a Roma rallenta ed é una noia vero, ma almeno é disciplinato. A Napoli il CTraffico é caotico e pericoloso. Concordo con Crazy dovresti scrivere più spesso e raccontarci il tuo punto di vista sull'esperienza fantastica che state vivendo. Bye

krucca said...

Eba, mi piacerebbe raccontare le mie esperienze, ma la sera crollo. E poi, se mio marito fa lo scrittore durante la notte qualcuno si devo pure alzare la mattina quando si svegliano i pargoletti ;-)

Eba said...

Hai ragione Krucca non posso darti torto. Anche io alle 10 crollo e ne ho solo una. Sarebbe bello però leggere più spesso il tuo punto di vista.

ubik said...

semplicemente grandi no?

Anonymous said...

Si, probabilmente lo e