Friday, January 16, 2009

Caos calmo

Ho ricominciato a guidare in Italia.
Adotto lo stile americano, mi fermo venti metri prima (rischiando ogni volta un tamponamento) per far passare i pedoni sulle strisce (mi fanno certe facce sorprese e compiaciute che sarebbero da riprendere). A volte è anche più pericoloso perchè non capendo perchè mi fermo gli altri automobilisti cercano di superarmi attentando alla vita del pedone sulle strisce. Inoltre cerco di rispettare i limiti, le precedenze, gli altri automobilisti e soprattutto le migliaia di motociclisti romani sotto la pioggia. Quando vedo una situazione di difficoltà a passare negli altri, mi fermo e do la precedenza anche a che non ce l'avrebbe.
Insomma rispetto tutto e tutti.
Quando arriva il furbetto però mi scatta l'istinto di vendetta. Non ce la faccio è più forte di me, se ci riesco non lo faccio passare, mi metto davanti e ricomincio con i pedoni. Allora non capisce, mi suona, mi risuona ed io alzo il volume della musica. Un giorno qualcuno mi picchierà, ma per ora è così.

7 comments:

Crazy time said...

bravo!
fai benissimo.

ubik said...

Anche io "uccido il traffico" se mi suonano, ralento e costringo quello dietro a smaniare ancoradi piu' e il bello che l'effetto su di me e' clmante.
Saluti.

Eba said...

Gilluca,chi te lo toglie più sto nome, prova a guidare a Napoli e vedi, con il tuo civile modo di fare, quello che rischi.
Se a Roma si limitano a suonare qui ti sparerebbero ... che tristezza!
Cmq fai bene magari qualcuno prende esempio da te.
Passata la saudagi?

ali said...

bravo GIanlu importa il metodo di guida ammmericano: il buon esempio paga!
;)

gianlu said...

Grazie a tutti,
pensavo di utilizzare anche un cappello per maggior sfregio...;-)

Frederaik said...

Fai bene. Hai il mio appoggio morale. Da pedone ho rischiato + volte di essere investito dai civili automobilisti della capitale...

gianlu said...

Ciao Frederaik benvenuto sul blog.
Ma hai niente a che fare con un certo Aigor ?
;-)