Friday, December 5, 2008

Qualche chiarimento

Mi dispiace di aver creato confusione, ma sotto sotto sono molto contento dell’affetto che mi avete dimostrato.
Alcuni hanno letto tanta tristezza nelle mie parole. Forse è la verità, ma erano anche le due di notte ed uno ogni tanto sragiona. Per esempio ho scritto “paese” al posto di “pianeta”
Quindi vorrei un po’ chiarire le cose.
Io non voglio restare qui o almeno non a queste condizioni.
Non potrei vivere se non una vita “virtuale” senza le persone che mi sono vicine, la famiglia, gli amici. Questo dev’essere chiaro.
Inoltre non credo questo sia il mondo perfetto, la caduta di qualche settimana or sono lo testimonia, di quella caduta credo porterò per sempre i segni. Non mi riferisco ovviamente a quelli fisici.
I rapporti fra le persone non sono idilliaci. Noi siamo stati fortunati, abbiamo trovato Fitz e signora e per un po’ ci è sembrato che tutti gli americani fossero così.
Ma non è così.
Inoltre ogni volta che qualcuno di noi sta male pur avendo un’assicurazione, ci poniamo il problema se andare dal dottore o no. Qua costa uno sproposito e non ci sembra proprio giusto pagare per la nostra salute.
E’ qualcosa che va oltre la nostra comprensione. E questo anche se in Italia il sistema sanitario ti spinge molte volte a fare lo stesso.
Per altri versi la vita qua è bellissima. Le condizioni metereologiche sono molto favorevoli, il cibo è buonissimo i posti da vedere sono incredibili e dal punto di vista lavorativo si è nel centro del mondo.
Non parlo solo della mia azienda, qui grazie alle università (Stanford ad esempio) ed alla cooperazione fra aziende la conoscenza è una cosa che si mette in circolo. Ogni giorno ci sono conferenze sulle tematiche più disparate fatte da persone di straordinaria intelligenza che mettono a disposizione i propri risultati.
Tutto questo ha un bel prezzo economico da pagare, con 170.000$ annui qua si vive una vita appena dignitosa.
Insomma vivrei in California per alcuni motivi ma non per altri.
Come al solito ogni paese ha i suoi compromessi, ma quelli da accettare in Italia quanti sono?
Loro hanno votato Obama ed hanno una speranza è un fatto tangibile si sente nell’aria.
Noi cosa abbiamo?
Vorrei ringraziare tutti per le belle parole.

6 comments:

Eba said...

Lo psiconano e la finta sinistra!
La casta!
Cervelli? Quelli se ne vanno!
Che brutta fine sta facendo l'Italia!
Abbiamo bisogno di voi tornate, coalizziamoci e seguiamo il suggerimento di Ubik, pensiamo ad una rivoluzione contadina. Torniamo alle origini.

ubik said...

Sono con Eba!!!
Comunque caro Gianlu le malinocnie delle due di notte saranno pure apocalittiche, ma sono teribilmente romantiche e danno un sapore particolare alle cose.
Una curiosità su Università (di Stanford) e aziende che mettono in circolo conoscenza...e pensare che la sinistra da noi pensa che l'università non dovrebbe contaminarsi con le aziende...(conosco le differenti implicazioni in paesi così diversi, però...).
Sulla sanità poi sono pienamente d'accordo.

Crazy time said...

purtroppo e' come dici tu.
un po' di cose buone di qua e un po' di cose buone di la'. Un mondo di mezzo non c'e'.

uff!

valeriascrive

gianlu said...

Eba, dobbiamo fare qualcosa....tutti insieme magari partendo da città diverse...il problema è ma COSA?

Ubik
come ho scritto nel post successivo qua è qualcosa di più di una contaminazione, ma tutti l'accettano e credo sia fatto alla luce del sole.

Crazy,
però certo che qua, complessivamente è meglio dai.

Guernica said...

Hola Gianlu,
era un po' che non visitavo le tue pagine; so che è poco, ma quando ti rivedrò qui ti accoglierò a braccia aperte e con tutta l'amicizia che siamo riusciti a costruire in questo posto che come ben sai è ferocemente paradigmatico del resto del paese... (sappi anche che settimana scorsa il presidente dell'azienda per cui lavoro ha dichiarato che tutti noi dipendenti, e quindi anch'io, stimiamo ed ammiriamo il berlusca...)
↓seppe

gianlu said...

Grazie Giù
Si ho sentito che il nanerottolo è passato dalle tue parti che poi sarebbero anche quelle di Ziomassimo.
MA come non siete tutti allineati?
Ed inoltre il tuo capo intendeva anche i consulenti vero?
;-)