Wednesday, August 13, 2008

Non c'entra niente ma...

Quest'uomo















(foto sito bbc)
è nella storia! Ha vinto 5 ori a pechino facendo 5 record del mondo! Ha undici medaglie d'oro. Ha deposto uno come Spitz. Non ci sono altre parole...

Brava anche Federica















(foto repubblica)
che finalmente ha capito che i record del mondo è meglio farli in finale che nelle batterie....
Ma perchè mi sento "patriottico" solo in queste occasioni?
Qualcuno dice che tanti record del mondo in una sola olimpiade siano proprio "strani".
Io voglio ancora credere che siano frutto della piscina realizzata dai cinesi, dei blocchi che danno maggior spinta, dei costumi tecnologici e perchè no?
Anche un po' degli atleti.
Sarò troppo ingenuo?

20 comments:

gino said...

Dalla foto si vede chiaramente che è un extraterrestre ha i piedi palmati. Inoltre se si guarda bene il braccio destro qualcosa lo tira.

gianlu said...

Ho capito quindi la tua tesi è:
Qualcosa tira lui
e non
Lui "tira" qualcosa.
Interessante!

agosap said...

ciao caro! grande blog! e soprattutto graaaaaaaande invidia!
Ad Ottobre sarò in giro per gli States...sai il motivo! Sarei davvero contento di incontrarti! ...non so tu! Per il momento ti saluto e torno alle saune e ai bagni turchi!

ubik said...

BOICOTTARE LE OLIMPIADI: IGNORATELE.

gianlu said...

Ciao Ago,
benvenuto sul blog ed a breve nella categoria...di quelli che devono perdere ogni speranza....;-))) certo che ci vediamo.
Fammi sapere quando arrivi,
mi raccomando!

Ubik
Il discorso sarebbe molto lungo...
Secondo me ci sono i sogni di tanta gente in ballo. Questo non va pr niente sottovalutato...
Per esempio c'è questa nuotatrice dello Zimbabwe che quando torna a casa trova ad aspettarla una marea di "compaesani" che la aspettano all'aereoporto per festeggiarla in unam maniera incredibile.
Lei è l'unica loro speranza ed è un'immagine retorica ma bellissima.

http://www.youtube.com/watch?v=98vEkMfBwSA

Poi ci sarebbe da chiedersi perchè in Zimbabwe sono ridotti a vivere in quel modo...e tutto il resto....il doping, la cina, i diritti civili.
Ma quell'immagine ti fa vedere per un momento ancora una cosa bella nello schifo che ci circonda..
Sfondando il tetto di superficialità potrei dirti che tanto qua in USA non le sto vedendo ugualmente...
Fanno vedere solo i loro atleti e quindi se vuoi vedere qualcos'altro devi solo sperare che in gara ci sia un americano....
E' incredibile!

ubik said...

in totale disaccordo. Nessuna gioia è giustificabile se fatta per coprire violazioni dei diritti umani e pena di morte. Giocavamo i mondiali in Argentina durante la dittatura dei militari (per intenderci erano quelli che buttavano dagli aerei in mare i prigionieri politici e vincemmo una coppa Davis sotto Pinochet. Che c'è da divertirsi? Scusa il tono ma sulla pelle delle persone sono un poco severo riguardo le giustificazioni

gianlu said...

Comunque non ho detto che sono d'accordo con le uccisioni, la violazione dei diritti civili e quant'altro.
Stavo solo ammirando il gesto sportivo e volevo dire che lo sport a volte costruisce qualcosa di buono indipendentemente dal come e dal dove.
Poi ci sarebbe da discutere su come fai a restare coerente stando sul pianeta terra.
So che tu hai fatto delle scelte di vita ammirevoli ma, sul serio, sono curioso...
se scopri che un amico fraterno diventa favorevole alla pena di morte, che fai lo abbandoni?

Se qualcuno sevizia ed uccide davanti ai tuoi occhi la persona che ti è più cara al mondo che fai lo perdoni? O lo uccidi?
Te lo chiedo perchè sinceramente io non ho molte risposte da dare ultimamente e sarei veramente curioso di conoscere le tue

Tutto qua.

Anonymous said...

gianlu, ma lo vouoi aggiornare questo blog, si o no? ;)

sul mio ultimo post: sono buona, anche quando sembro cattiva. ;

valeriascrive

gianlu said...

Aho!
Ultimamente mi sento più portato verso i blog degli altri...
Inoltre non succede poi molto qua.
Al lavoro si ma non posso parlarne più di tanto!
Veramente non capisco...
La tua affermazione.
Lo fai apposta ad essere cattiva?
Per quale motivo?
Suscitare commenti acidi ;-))
Ci riesci in pieno...!

Anonymous said...

caro gianlu, non so esattamente la risposta. Anche da queste parti non succede nulla e a volte forzo la mano sui fatti cosi' da renderli interessanti prima di tutto a me.

Dopo cinque anni qui, non mi stupisco quasi piu' di niente, sento quindi il bisogno di prendere la realta' e modificarla.

Sono una persona onesta e mai invidiosa, sul lavoro e fuori. Un nostro collega, che si e' licenziato da poco, ha inviato una email a tutti e per tutti ha avuto qualche parola. Nel mio caso: "cara Valeria per il tuo comportamento sul lavoro, chapeau". Questo semplicemente per dire che quello che sembra non e' necessariamente vero. Alcuni se ne accorgono, e tu sei tra quelli, altri no e si infervorano e lanciano fiamme. Ma fa parte del gioco e cosi' sia.


valeriascrive

gianlu said...

In effetti ogni tanto, questa cosa di esagerare nei post capita anche a me e ad altri blogger che conosco.
Credo sia una tecnica che non ci accorgiamo di usare. Esaltare un po' i fatti , le sensazioni, i commenti....
Altri esagerano nei modi. E questo non è mai interessante.
Quindi...almeno.. non ti senti decrepita....!?!?

Crazy time said...

decrepita :)

no, no.
o soltanto un po' :)

ubik said...

Ritornato alla base:
e per quanto riguarda "Se qualcuno sevizia ed uccide davanti ai tuoi occhi la persona che ti è più cara al mondo che fai lo perdoni? O lo uccidi?" rispondo sì, lo uccido. Il motivo è che mi difendo dalle aggressioni e credo che difendersi sia legittimo (questione non estranea neanche a Gandhi che sosteneva che tra non fare niente e subire e intervenire allora meglio la prima: a voler essere pedissequi, pignoli e ossequiosi rispetto la nonviolenza).
Rispetto a "se scopri che un amico fraterno diventa favorevole alla pena di morte, che fai lo abbandoni?" rispondo che non lo so. Forse dipende dai casi. Lo abbandonerei se la praticasse. Mettiamo che un mio amico diventa nazista, allora lo abbandono.
Infine non credo che lo sport contribuisca a granchè nel rispettodei diritti umani, a meno che non levi pugni chiusi e guantati come Tommie Smith e John Carlos a Città del Messico nel 68.
Bye - Bye

gianlu said...

Ubik, beato te che ti sei un po' riposato, peraltro dopo le avventure magnerecce ormai più che documentate....è inutile che neghi...;-)))
In effetti, alla fine fra ragazzine sdentate sostituite, calci in faccia agli arbitri, centometristi dopati che esultano in faccia a tutti gli altri,
medaglie lasciate per terra,
fuochi d'artificio finti,
ginnaste che barano sulla loro età e americani che presentano le olimpiadi come fossero un campionato nazionale, mi è salito un po' lo schifo!
A proposito, Come giudichi il gesto di alcuni sportivi italiani che hanno portato e dedicato le loro medaglie al Dalai Lama?

ubik said...
This comment has been removed by a blog administrator.
Merry said...

Good post.

Anonymous said...

La ringrazio per intiresnuyu iformatsiyu

Anonymous said...

good start

Anonymous said...

imparato molto

Anonymous said...

imparato molto