Thursday, January 17, 2013

Sogno

E' incredibile come il mio soggiorno di due anni a Parigi ancora mi condizioni profondamente.

Ho fatto un sogno recentemente.
Mi capita di sognare sempre meno, non so perchè.
Ho incontrato una collega di Milano molto carina, stavamo discutendo di problemi lavorativi quando la discussione ha preso una piega molto personale. Mi raccontava di essersi lasciata con il marito e di aver cominciato a vivere da sola.
Da lì a cominciare a flirtrare è stato un attimo (lo so lo so sono sposato con prole...ma almeno nei sogni potrò prendermi qualche libertà?)
Insomma parlavo di cose interessanti ed ogni tanto le mollavo qualche battutina allusiva. Niente di pesante non è nel mio stile, ero molto lento ma anche molto efficace (o almeno così mi sembrava).

Lei sembrava interessata e ricambiava. Fra noi si era indubbiamente creata una certa intimità.

Mentre parlavo è arrivato un collega tedesco (uno di quelli del progetto parigino), bello, affascinante, giovane e modaiolo insomma uno da uccidere.
Come prima cosa le ha messo una mano sulle cosce (lei portava una minigonna) così tanto per ambientarsi.

Lei sembrava stranamente non a disagio, anzi per dire la verità mentre io stavo ancora dicendo qualcosa di molto intelligente, ha cominciato ad annusargli il collo gli ha aperto la camicia ed ha comiciato a baciarlo sul petto.
Non mi è restato  che aggiungere l'ultima cosa interessante ed andarmene con la coda fra le gambe....


Non lo so.
Ripensandoci, mi ricorda molto questo.


2 comments:

Anonymous said...

ci sono alcune frasi che mi hanno fatto ridere tanto.

sei comico.

:)

valescrive

gianlu said...

eeeeh un sacco, sono un seduttore comico... ;-)