Tuesday, December 29, 2009

Il futuro,adesso

Quella mattina Luca si era svegliato di soprassalto, in casa era mancata la luce e la sua sveglia non aveva suonato. Aveva deciso allora di "entrare nel futuro" ed aveva proiettato l´ímmagine dell'orologio sul proprio polso. Il problema adesso era che non ricordava l'orario del volo, cosi decise di guardarselo sul soffitto mentre era ancora sotto le coperte.
Sette e trenta.
Perfetto!
Era ancora in tempo.
Per festeggiare aveva  deciso di guardarsi le previsioni del tempo, stavolta sul muro del salotto per non svegliare i vicini con il volume.
Prima di partire aveva chiamato la sua bellissima collega per dirle che tutto era a posto e che si sarebbero visti in aereoporto, quindi aveva aperto il palmo, era comparsa la tastiera ed aveva digitato le 10 cifre premendo le parti della mano dove erano comparsi i numeri. La sua voce era assonnata e dolcissima come al solito. Dio quant'era difficile lavorare con lei.
Doveva mantenere la calma. Tanto tra poco l´avrebbe vista.
Nel traffico del mattino aveva avuto il tempo di aprire il giornale e visto (non letto) due articoli di approfondimento.
In aereoporto, non appena l´aveva vista nel suo vestitino marrone, non aveva resistito, l'aveva inquadrata unendo i pollici e gli indici messi ad angolo retto, ed aveva scattato l´ennesima foto.
Lei aveva riso inconsapevole, non sapendo che lui aveva a casa una vera collezione ed ogni sera prima di dormire se la guardava.
Si erano salutati e dopo il caffe´ avevano deciso di fare la solita tappa al negozio di libri dell´aereoporto
Questa volta, lui aveva trovato un libro interessantissimo " as the future catches you". Voleva comprarlo a tutti i costi, ma siccome aveva recentemente comprato libri che non l´avevano soddisfatto per nulla, decise per scrupolo di aprire il libro e vedere le recensioni degli altri lettori su Amazon. Erano tutte positive. Non contento decise avere maggiori informazioni scannerizzando il codice a barre del libro. Scopri´che era scritto su carta certificata. Cosi´decise di prenderlo.
Si stava facendo tardi e preoccupato aveva deciso di ricontrollare sulla sua carta d'imbarco il suo volo, scoprendo in tempo reale che questa volta era in ritardo di soli venti minuti (perche´ anche nel futuro l´alitalia funziona benissimo...come sempre)
Uscito dal negozio, aveva visto in lontananza un suo ex collega. Erano rimasti in contatto ma non ricordava niente di lui cosi aveva deciso di stupirlo e nel salutarlo, gli aveva (leggendolo sulla giacca dell'altro) rimproverato di aver cambiato quattro aziende negli ultimi 18 mesi. L´altro era scoppiato a ridere, e si erano abbracciati ma Luca non aveva capito fino in fondo se si era accorto del trucco o no.

Durante il volo la bellissima dormiva. Era incredibile, ogni volta che appariva il personale di bordo per dare le istruzioni, cadeva in un sonno profondo. Cosí aveva cominciato a sfogliare il libro, ed incredibilmente aveva scoperto spunti interessanti per la presentazione che avrebbe dovuto tenere quella mattina stesssa. Cosi aveva aperto il suo pc (si al lavoro usava ancora quello...una volta aveva deciso di non usarlo ma durante la presentazione aveva notato che il suo uditorio era piu incuriosito dal mezzo utilizzato che dal contenuto), preso alcune frasi ed un grafico con legenda e trascinate direttamente sullo schermo. Aveva aggiunto la citazione dell'autore ed il gioco era fatto.
Nel tempo restante aveva deciso di cercare il ristorante dove le avrebbe fatto la corte quella sera. Aveva messo a posto il pc, alzato il tavolinetto e cercato un giapponese aperto il lunedi.


Era atterrato senza problemi e prima di comminciare a lavorare era rientrato nel presente togliendosi le cose che aveva appese al collo.

Se credete che questa sia una storia  inverosimile guardate qui.



2 comments:

gentediberlino said...

Esattamente quello a cui dovrebbero servire le nuove tecnologie: semplificarti la vita, non complicartela.

gianlu said...

Esatto!